Cosa fare se l’azienda è in crisi?

man-96587_1280Che moltissime imprese italiane siano in difficoltà non è un mistero; la gente non ascolta nemmeno più le  notizie in cui si parla di ripresa.

La crisi in azienda si vede con molta evidenza proprio in agosto, perché nessuno paga fatture e debiti in questo periodo, generando così un circolo vizioso che trasmette la mancanza di liquidità dal cliente al fornitore, dal fornitore al professionista, e così via, diffondendo un generale malessere.

Posted in crisi economica | Tagged , | Leave a comment

Fortune Global 500: l’ascesa inarrestabile delle aziende cinesi

La skyline di Shanghai simbolo dell'ascesa cinese

A guardare la classifica stilata come tutti gli anni da Fortune e che riporta le prime 500 aziende del mondo per fatturato, non si può che rimanere impressionati. Nell'elenco la Cina è presente con ben 98 aziende, mentre ne aveva solo 10 nel 2000 e 46 nel 2010. Gli Stati Uniti hanno mostrato invece una tendenza opposta: dalle 179 aziende del 2000 e 139 del 2010, sono passati alle attuali 128.

Posted in crisi economica, Esteri, Sviluppo | Tagged , , , | Leave a comment

Amazon crea Launchpad, il servizio per accelerare il successo delle startup

lancio dello shuttle  - pixabay.com

Lanciare sul mercato un nuovo prodotto è spesso altrettanto complicato che crearlo. Per questo nei giorni scorsi Amazon ha presentato Launchpad, una nuova piattaforma dedicata alle startup e ai neo-imprenditori che possono così ricevere tutto il supporto necessario per il lancio e la distribuzione dei loro prodotti a livello planetario. Con Launchpad, Amazon mette a disposizione delle startup i suoi potenti strumenti di marketing, la sua esperienza di vendita a livello mondiale e le sue infrastrutture globali di stoccaggio e consegna del prodotto per consentire alle imprese di rendere immediatamente visibili a milioni di persone i propri prodotti, senza dover sostenere pesanti investimenti di marketing per il lancio sul mercato.

ADVERTISEMENT

 

 

I neo imprenditori, utilizzando la piattaforma Launchpad che è di fatto il sito di e-commerce Amazon, verranno assistiti dal personale di Amazon che li guiderà passo-passo nello sviluppo del marchio e delle vendite: questo consentirà loro di concentrarsi unicamente sullo sviluppo del prodotto.

Al momento più di 200 articoli di vari settori merceologici sono già stati inseriti nellapiattaforma grazie alla partnership con siti di crowdfundingacceleratori e fondi diventure capital, che sono stati coinvolti da Amazon nel progetto. A questi soggetti si rivolge attualmente Amazon per selezionare le startup da inserire nel programma, anche se chiunque può proporre il proprio prodotto.

Unica pecca al momento sembra quella che per arrivare ai prodotti su Launchpad, il percorso attraverso il portale Amazon non è immediato e quindi si dovrà lavorare per migliorare questo aspetto.

Quanto costa partecipare?

Non vi è alcun costo per aderire al programma di Amazon Launchpad. Ci si iscrive al programma come un fornitore di Amazon, il che significa che si vende il prodotto a Amazon a condizioni di ingrosso e Amazon vende il prodotto ai consumatori al prezzo di vendita al dettaglio.

In conclusione la possibilità offerta da Amazon di avere un luogo dove commercializzare i propri prodotti, sembra essere una svolta importante che consentirà ad alle più innovative startup di non fallire per non aver trovato un adeguato sbocco sul mercato.

L'articolo Amazon crea Launchpad, il servizio per accelerare il successo delle startup sembra essere il primo su Orizzonte Impresa.

Posted in Startup | Tagged | Leave a comment